La legge di Stabilità è una manovra finanziaria fatta dal Governo ogni tre anni per poter assicurare la risoluzione di problemi e la crescita economica dell’Italia.

La nuova legge di stabilità, fatta dall’ex Premier dimissionario Matteo Renzi (per il triennio 2017-2019) è stata approvata con la fiducia del Parlamento. Per questa legge lo stato spenderà circa 27 miliardi di €, che verrano utilizzati per:

Taglio dell’Ires

L’imposta sul reddito delle società, sarà ridotto dal 27,5% al 24%.

Iva

Sterilizzazione dell’aumento dell’Iva, ovvero il governo compie uno sforzo finanziario di circa 15,3 miliardi per evitare che ci sia un passaggio automatico dal 10 al 13% e dal 22 al 24% dell’Iva. Considerata una dei punti fondamentali della legge poiché copre più della metà dei 27 miliardi stanziati.

Equitalia

Addio ad Equitalia che verrà sostituito da un altro organo; inoltre ci sarà una sanatoria sulle cartelle di pagamento. Saranno comunque dovuti le imposte e gli interessi ma non le sanzioni per il ritardo pagamento.

Investimento per il Made in Italy: 100 milioni

Verranno stanziati 100 milioni di € per il Made in Italy con l’obbiettivo di ricevere un fatturato di circa 1 miliardo di €.

Fondo garanzia per Piccole Medie Imprese

Verrà rinforzato il fondo per le PMI (Piccole Medie Imprese) con circa 1 miliardo di €.

Voluntary discloosure (Rientro di capitali dall’estero)

E’ una manovra promulgata dall’OCSE, significa esattamente “Rientro volontario dei capitali detenuti all’estero“. Permette di far rientrare in Italia capitali, evitando di sanzionare chi li aveva trasferiti senza dichiararli. Sono già rientrati 4 miliardi, e si prevede che con un Voluntary Bis ne rientrino altri 2.

Clausole di salvaguardia

Nel caso in cui con il Voluntary dislcosure rientrino solo 1,6 miliardi, automaticamente aumenteranno le accise sull’energia, gli alcolici e tabacchi.

Terremoto

Saranno stanziati 4,5 miliardi per la ricostruzione dei paesi devastati dal terremoto.

Migranti

Verranno stanziati 500 euro a migrante, che verranno dati ai comuni o a chi li ha accolti.

Canone Rai

Si risparmierà 10 euro sul canone, da 100 a 90 euro.

Sussidio di povertà

Verranno dati 400 euro a mese alle famiglie con un reddito Isee inferiore ai 3.000 euro, con figli minorenni o disabili.

Bonus famiglia

Verranno stanziati 600 milioni per le famiglie che rientrano nel bonus bebè, che comprende principalmente sgravi fiscali su prodotti alimentari e voucher per asili nido.

Bonus 18 anni

Ogni ragazzo di 18 anni potrà ottenere un bonus di 500 euro da poter spendere in attività culturali (Cinema, teatro, musei…).

Borse di studio

50 milioni in più per le borse di studio agli universitari, verranno istituite borse di studio da 15.000 euro.

Ecobonus

Continuerà al 2017 al 2021, si tratta di sgravi fiscali del 65% per le spese sostenute per la ristrutturazione della propria abitazione.

Pacchetto lavoro

Verranno stanziati 900 milioni per il rinnovo dei contratti, partendo dalla Pubblica Amministrazione, andando a finire alle Banche.

Sanità

Sale il fondo sanitario nazionale da 111 a 113 miliardi, +2 miliardi con questa manovra.

Enti territoriali

Verranno dati 3 miliardi agli enti territoriali, tra cui risorse per sbloccare gli investimenti dei comuni e 7 miliardi in 7 anni per il dissesto geologico.

Nuova imposta Iri (imposta sul reddito individuale)

Andrà a gravare sulle ditte individuali. La Iri è un’unica imposta sul reddito che sarà fissa del 24% e verrà applicata solo al reddito dell’impresa o al reddito di lavoro autonomo.

Pensioni

Sono numerose le modifiche fatte al sistema pensionistico, partendo dall’APE (anticipo pensionistico), partirà da maggio, per i lavoratori che abbiano compiuto almeno 63 anni si potrà andare in pensione 3 anni e 7 mesi prima.

Viene introdotta l’APE social che prevede un reddito da pensione lordo di 1135 euro mensili che spetta a chi abbia almeno 36 anni di contributi e 30 anni se si è disoccupati.

Verrà introdotto un reddito per circa 28 mila lavoratori che rischiano di rimanere senza stipendio e senza pensione. La 14 esima sarà estesa a 1,2 milioni per arrivare ad un totale di 3,3 milioni di pensionati.

Superammortamento

Verrà fatto un superammortamento del 140% sugli investimenti strumentali, utilizzati dalle imprese dal 1/1/2017 fino a giugno del 2018.

R&S (Ricerca e sviluppo)

Rafforzato e confermato fino al 2020 il credito di imposta alle attività dedicate alla ricerca e sviluppo.

Da dove arrivano le coperture?

I soldi stanziati per queste riforme, arrivano principalmente dall’Iva (8 miliardi e mezzo) e da ulteriori tagli, ottenendo cosi 18,4 miliardi di copertura.

Annunci