Il più grande esportatore di petrolio grezzo, l’Arabia Saudita investe 50 miliardi di dollari per le energie rinnovabili, solare ed eolico, per soddisfare la crescente domanda domestica di energia.

Gli offerenti hanno un piano per qualificare 700 megawatt di energia in eolico e solare, per un grande piano che verrà iniziato il 10 aprile dal ministro dell energia saudita, come annunciato lunedì scorso in un comunicato statale.

«Questo è solo l’inizio di un lungo programma di sviluppo delle energie rinnovabili che ha a che fare anche con il nostro sviluppo economico.»

Ha commentato Khalid AL-Falih, ministro dell’energia.

Sempre secondo il ministro il programma annunciato sarà «il programma di rinnovamento energetico più attraente, competitivo e meglio gestito mai stato implementato al mondo.»

Gli stati del Medio Oriente  quali Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Giordania, stanno sviluppando le rinnovabili sia per migliorare il proprio potenziale energetico sia per conservare petrolio che sarebbe altrimenti da esportare, poichè in eccesso.

Di Andrea Bergonzi

 

 

 

 

Annunci