La  crescita economica è il processo attraverso il quale una nazione aumenta la sua ricchezza nel corso del tempo.

Sebbene il termine sia usato in genenrale per indicare miglioramenti nel brave periodo dell’economia, (l’economia va meglio), nel contesto dell’analisi economica si riferisce in generale a una crescita della ricchezza (PIL o GDP) per un periodo prolungato di tempo.

La crescita, in questo senso, può meglio essere descritta come un processo di trasformazione. Se infatti andiamo ad analizzare un’economia avanzata, come ad esempio l’Italia o gli Stati Uniti, troveremo un processo di crescita lento e stabilizzato. Andando a studiare invece la crescita in paesi più poveri, come i paesi del terzo mondo (che spesso sono infatti indicati come paesi in via di sviluppo) troveremo un processo di crescita irregolare e squilibrato.

Alcuni scrittori economici hanno ricercato una metaforica somiglianza tra il carattere evolutivo dello sviluppo economico e quello della vita umana attraverso 3 fasi: crescita, maturità e decadenza.

Studiosi più recenti, come l’economista australiano Colin Clark, hanno invece messo in luce la predominanza di diversi settori economici, considerati trainanti, nel processo di sviluppo e modernizzazione. Per Clark inizialmente il settore trainante nello sviluppo delle economie è l’agricoltura (in Europa XVII-XVIII secolo), poi la manifattura (in Europa XIX e XX secolo) e infine il settore terziario con lo scambio di beni e servizi. (In Europa questo si è realizzato con il boom economico post 1945).

Per l’economista americano W.W.Rostow invece la crescita si identifica in 4 passaggi:

  • Società tradizionale
  •  Società di transizione (in cui vengono gettate le basi per lo sviluppo)
  • Società “take off” (in cui lo sviluppo accelera a velocità massima)
  • Società matura (la nostra contemporanea società dei consumi occidentale)

I fattori più critici per lo sviluppo, sempre secondo Rostow, si identificano in Imprenditorialità e capacità di remunerare gli investimenti.

 

Il discorso sulla crescita economica è molto ampio e ha generato tonnellate di materiale di letteratura economica, per questo verrà ripreso in una serie di articoli che sarà pubblicata progressivamente sul Colibrì. Al prossimo capitolo!

 

 Di Andrea Bergonzi

 

Annunci